Agriturismo in Sicilia - Gabilia

L'Agriturismo di Sicilia - Gabilia Ŕ situato in provincia di Caltanissetta, ed Ŕ facilmente raggiungibile dall'autostrada Palermo - Catania, uscita Caltanissetta. Bed and breakfast al centro della Sicilia dove alloggiare e pernottare per visite turistiche in tutta l'isola.

Olio extravergine di oliva

Nell'Agriturismo di Sicilia - Gabilia Ŕ possibile gustare l'ottimo olio extravergine di oliva prodotto in azienda.

AGRITURISMO IN SICILIA / CALTANISSETTA - CASE VACANZE AGRITURISMO - ALLOGGI E PERNOTTAMENTI AGRITURISMO - ALLOGGIARE AL CENTRO DELLA SICILIA - SOGGIORNI AGRITURISMO - OLIO EXTRAVERGINE DI SICILIA - EXTRAVERGINE BIOLOGICO DI SICILIA

Tu sei qui: home > turismo > il parco dello zingaro > la fauna
Questa pagina Ŕ già ottimizzata per la stampa.

Il parco dello Zingaro: La Fauna

di Nino Argentati

La Fauna

Anche per quanto riguarda la fauna lo Zingaro rappresenta un'area di notevole interesse naturalistico.

Basti pensare che qui nella riserva nidifica il falco pellegrino, una specie che e' considerata dagli ornitologi indicativa per l'equilibrio ecologico.

Oltre ad esso si riscontrano ben 39 specie differenti di uccelli che hanno scelto lo Zingaro per nidificare e riprodursi, fra essi anche l'aquila del Bonelli, a rischio di estinzione, le poiane, i gheppi e forse anche il nibbio reale.

Un AironeUn Airone

Talvolta sono state avvistate anche aquile reali e falchi pecchiaioli.

Oltre ad essi si incontra il corvo imperiale, lo zigolo, il passero solitario, la coturnice, i gabbiani, i piccioni selvatici e quindi rondoni, cornacchie, gazze, usignoli, cardellini, etc...

I mammiferi sono ovviamente anch'essi presenti in abbondanza. Conseguentemente ad un elevato aumento del numero dei conigli si e' avuto anche un incremento del suo principale predatore: la volpe.

Ben rappresentati anche i ricci, l'istrice, le donnole, le lucertole, qualche vipera, il ramarro, il gongilo, etc...

L'istituzione della riserva dovrebbe garantire la preservazione di alcune specie a rischio e, si spera, il ritorno di altre specie che in passato hanno popolato questa zona e che adesso sembrano essere totalmente scomparse.

E' il caso della foca monaca, un tempo presente nelle numerose calette che frastagliano questo tratto di costa siciliana e che adesso, per via della violenta urbanizzazione dei litoranei ed anche in seguito alle persecuzioni da parte dei pescatori, che vedevano in questo esemplare un pericoloso antagonista, risulta assente.

Non e' escluso che un giorno la foca monaca possa fare ritorno in quest'area.

L'Aquila dei Bonelli

Nidifica nella penisola Iberica e in quella Balcanica, oltreche' in Asia minore e Africa settentrionale.

Un FalcoUn Falco

In Italia si trovano coppie nidificanti in Sicilia, Sardegna e Calabria. Qui da noi, al momento, si ha notizia della presenza di una quindicina di coppie.

Lunga fino ad una settantina di centimetri ha un'apertura alare di circa 1,5 m. Preferisce ambienti collinari e zone rocciose con una vegetazione bassa.

I nidi vengono solitamente impostati in terrazini rocciosi o in cavita' e anfratti di falesie e pareti rocciose in genere.

La femmina cova le uova per circa quaranta giorni, i pulcini vengono nutriti fin da subito con le stesse prede che mangiano gli adulti, vale a dire conigli, uccelli e rettili di medie dimensioni.

Raggiungono la maturirta' sessuale verso i 4-5 anni di vita.

Tra i fattori di minaccia di estinzione di questa specie vi e' l'influenza antropica diretta, mediante bracconaggio per vandalismo o collezionismo, e indiretta, per via della forte urbanizzazione del territorio e alla modificazione del suo habitat naturale.

Il discoglosso

Il Discoglosso e' un anfibio molto simile alla Rana e al Rospo.

Deve il nome alla sua lingua che appare piatta e rotonda (Discos=piastra rotonda e Glossa=lingua).

Un DiscoglossoUn Discoglosso

Vive preferibilmente vicino alle "gebbie", le costruzioni antropiche realizzate come riserva idrica per l'irrigamento dove, durante l'estate, nel periodo dell'accoppiamento, si radunano numerosi esemplari, maschi e femmine, che si cimentano in canti nuziali (i maschi) a volte udibili anche a distanza.

Durante il primo periodo della sua vita vive prevalentemente negli acquitrini mentre una volta raggiunta la maturita' si trova piu' facilmente all'asciutto, sotto massi e in mezzo a rovi e cespugli.

La sua esistenza e' messa a rischio oltreche' dalla graduale scomparsa del suo habitat preferito (gebbie e agrumeti) anche dai suoi diretti predatori, quali ad esempio le rane verdi, che si nutrono delle loro uova, dai cani, gatti, volpi o donnole, o dai soliti, instancabili predatori umani che li uccidono per effettuare vili e barbari esperimenti.

Agriturismo Gabilia - l'agriturismo in Sicilia - C.da Gabilia CP 100 Caltanissetta (Sicilia) ~
tel. 3480320556 ~ info@agriturismogabilia.it

 

Ideazione e creazione Sito Web ~ CLIC - Consulenze per il Web Marketing
Ottimizzazione Siti Web sui motori di ricerca
a cura di A. Argentati - Consulenze Aziendali per Internet